Specialità

logo-frc

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

TAMBEACH 2019

 

IN PALIO NEL WEEKEND GLI SCUDETTI DI DOPPIO MASCHILE

DOPPIO FEMMINILE E DOPPIO MISTO

 

IL VIA DELLE GARE SABATO POMERIGGIO

 

di Giovanni Crosato

 

Dopo l’intenso mese di agosto che ha visto nell’open prima gli incontri internazionali giovanili a Costermano, poi la Coppa d’Italia di serie A e B maschile e femminile sui campi di Castellaro, Cavriana e Guidizzolo, il Campionato Italiano Master a Dossena, le finali nazionali giovanili sui campi delle Province di Bergamo e Brescia e a settembre la ripresa dei campionati Open, si disputano nel weekend a Bibione Pineda, in Provincia di Venezia, le finali nazionali dei XXIV Campionati Italiani di Tambeach nelle specialità doppio maschile e femminile e doppio misto.

Teatro degli incontri sarà il Camping Village Capalonga, grazie alla collaborazione e disponibilità di Mattia Salmaso e Vanni Del Sal responsabili della struttura, dove si contenderanno gli scudetti le coppie che hanno conquistato i rispettivi titoli regionali nelle varie specialità

Nel doppio maschile in gara la coppia veneta del Tambueo Padova composta da Iacopo Russo e Gianluca Bassegnato, quella piemontese del Castell’Alfero formata da Daniele Bardi e Fabio Roberto e quella siciliana del Ragusa con Salvatore Occhipinti e José Lacagnina.

Nel femminile di fronte la coppia veneta del Tambueo Padova con Chiara Dalle Nogare e Roberta Sommaggio e quella piemontese del Castell’Alfero con Daniela Musso e Laura Avidano, impossibilitata a partecipare la coppia siciliana.

Nel doppio misto coppia veneta sempre del Tambueo Padova composta da Iacopo Russo e Roberta Sommaggio, siciliana del Ragusa da Alessandro Marletta e Angela Scifo, piemontese del Castell’Alfero da Fabio Roberto e Laura Avidano.

Il via delle gare nel pomeriggio di sabato, domenica mattina dalle 9,30 le finali per l’assegnazione degli scudetti, con tutti gli incontri diretti da arbitri federali, ed a seguire le premiazioni.

Sarà l’occasione anche per promuovere l’attività sulla spiaggia della cittadina balneare veneziana, con dimostrazione e con l’invito ai presenti a provare la disciplina.

Non si ferma quindi l’attività sulla spiaggia, con un sempre maggior numero di atleti praticanti.

Sono passati quasi 50 anni dal primo torneo in spiaggia, organizzato in provincia di Ragusa, a Cava d'Aliga, luogo in cui è nato questo gioco, grazie all'impegno, all'abilità e alla lungimiranza di sportivi locali. Per molti anni l'attività è rimasta legata alla costa ragusana, coinvolgendo anche Marina di Modica, Marina di Ragusa, Donnalucata, Pozzallo, Scoglitti, Caucana, ecc.., ed approdando in pochi anni sulle spiagge catanesi. Ed ecco il 1996: anno importante, in quanto la Fipt festeggia il centenario dei campionati italiani; in tale ricorrenza si organizza il 1° Campionato ufficiale di Tambeach in tutte le categorie: la specialità ottiene così il riconoscimento ufficiale, andando ad aggiungersi al Tamburello open, a quello Indoor ed alla specialità a Muro.

Dal 1997 il Tambeach viene poi proposto in Germania e a seguire anche in altre nazioni europee, quali Francia, Catalogna, Spagna, Ungheria, Germania, Lituania, fino ad approdare in Brasile, trovando sempre maggior spazio.