Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Open

Serie A Femminile: Mezzolombardo in cerca di riscatto dopo il KO dell'esordio, Dossena e Tigliolese a caccia della vetta

Articolo di Franco Longo - Foto di Massimo Amerio

I TEMI DELLA GIORNATA

La prima giornata ha saputo regalare un risultato clamoroso ovvero il ko del Mezzolombardo contro la Cavrianese. Grandi meriti alla squadra di Stefano Anversa che ormai è una piacevole realtà del tamburello femminile, una squadra che nonostante la giovane età delle sue atlete, ha già raggiunto un livello di maturità notevole. Si dice che con la costanza i risultati arrivano e la Cavrianese, da questo punto di vista è da prendere come modello di riferimento. Se per la Cavrianese è stata una grande giornata, non si può certo dire la stessa cosa per il Mezzolombardo, chiamato al pronto riscatto sul suo campo contro il San Paolo D'Argon. Le rotaliane devono vincere “in primis”per cancellare il passo falso del debutto e sicuramente dedicare l'eventuale successo a Guido Bert, figura storica del tamburello, presidente della società per 25 anni da poco deceduto. Dossena e Tigliolese si affrontano per guadagnare la vetta. Anche se le orobiche hanno cambiato molto sono una squadra di buon livello e domenica lo hanno dimostrato vincendo il derby. Il Segno dopo aver sfidato al debutto le campionesse d'Italia della Tigliolese dovrà cercare riscatto in casa contro la Cavrianese, formazione che ha fatto capire di avere grinta da vendere, oltre a qualità tecniche notevoli.

LE GARE NEL DETTAGLIO

MEZZOLOMBARDO – SAN PAOLO D'ARGON

In casa Mezzolombardo serve una prestazione di carattere. La squadra al debutto ha palesato limiti di tenuta in entrambi i set. Inizi confortanti, vantaggi che sembravano rassicuranti, poi cali inspiegabili. Sulla carta non dovrebbe avere problemi, ma la supremazia tecnica si deve dimostrare sul campo. Le bergamasche dopo aver perso il derby orobico vorranno riscattarsi subito.

ARBITRO: Tavernini.

DOSSENA – TIGLIOLESE

Entrambe hanno iniziato nel modo migliore il campionato. Gli organici sono di livello. Le bergamasche hanno cambiato molto rispetto alla formazione del 2019, le astigiane hanno la stessa formazione e innesti di qualità come il ritorno di Gaia Zai, ex di turno, Jessica Gozzelino che garantisce esperienza e poi il talento di Ludovica Stella protagonista di una buona gara contro il Segno. Gara speciale per Federica Tabbia ed Eleonora Gariglio, giocatrici piemontesi in forza al Dossena.

ARBITRO: Paganelli

SEGNO – CAVRIANESE

Le mantovane hanno iniziato al meglio, il Segno si è dovuto arrendere, ma le qualità tecniche per ben figurare nella massima serie al sodalizio della Val di Non non mancano affatto. Alessia Castellan e compagne al debutto casalingo vorranno ben figurare e centrare i primi punti stagionali, ma l'avversario non è dei più agevoli e domenica lo ha dimostrato in pieno.

ARBITRO: Angeli

Classifica: Tigliolese, Cavrianese e Dossena 3, Mezzolombardo, Segno e San Paolo D'Argon 0.