Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Indoor

Coppa Italia INDOOR a Lavis (TN): altro successo per il Nave San Rocco. Castellaro KO in finale, contro un Segno superlativo a Nizza Monferrato (AT)

Articolo di Franco Longo - Foto di Laura Fadanelli

Per il Segno, glorioso sodalizio con più di 70 anni di storia la prima Coppa Italia vinta.

Nella Coppa Italia indoor disputata domenica non sono certo mancate le sorprese.

In campo maschile, sicuramente fa notizia la sconfitta del Castellaro. I campioni d'Italia erano privi di Luca Festi, ma questo nulla toglie ai meriti del Segno, semplicemente impeccabile nel corso della gara. I ragazzi di Nicola Valentini hanno giocato sempre con grande intelligenza tattica, dimostrando una crescita di gioco e di maturità davvero sorprendente. Nel femminile, altro successo del Nave San Rocco, contro un Mezzolombardo come sempre battagliero fino al termine. Nel femminile, nella prima semifinale la sfida Segno-Mezzolombardo. Gara combattuta fino al 7-7 poi il Mezzolombardo, con la sua qualità, si imponeva per 13-8. A fine gara il direttore tecnico del Segno Mauro Magnani commenta cosi la gara: "Da parte nostra direi una discreta partita, ma contro il Mezzolombardo per vincere si deve giocare con più continuità”. A seguire Cereta – Nave San Rocco. Le mantovane hanno confermato quanto fatto vedere di buono in questa stagione molto positiva, culminata con il titolo di campione d'Italia di Serie B e un girone di qualificazione vinto a punteggio pieno. Buon avvio delle mantovane che facevano vedere un gioco di qualità e dei bei recuperi, ma alla fine si dovevano arrendere alla maggior esperienza delle trentine. Nel maschile, il Segno in semifinale metteva KO il Cinaglio. Astigiani avanti fino al 5-1; Il Segno rimontava e conquistava la vittoria: 13-8. Astigiani privi di Luca Marchidan. Stati d'animo decisamente opposti a fine gara. Bruno Ceron direttore tecnico del Cinaglio commenta cosi la gara; “Direi un buon inizio da parte nostra. Siamo andati in vantaggio 5-1, poi inspiegabilmente c'è stato un black out. Abbiamo commesso tanti falli di lungo e questo ovviamente ci ha penalizzato. Le qualità tecniche dei nostri avversari non si discutono”. Nicola Valentini direttore tecnico del Segno commenta cosi la gara: "Noi siamo partiti male, troppo timorosi, poi per fortuna ci siamo ripresi, vincendo con pieno merito contro un'ottima squadra. Sono soddisfatto di come stanno crescendo questi ragazzi.”

Nell'altra semifinale il Marco in formazione ampiamente rimaneggiata a causa delle assenze di Stefano Mosna e Graziano Perottoni rimpiazzati da Giuseppe Bonato e Nicolas Mistrorigo si doveva arrendere al Castellaro, privo di Luca Festi. Alla luce di quanto accaduto, in finale approdavano Segno e Castellaro nel maschile e Mezzolombardo – Nave San Rocco nel femminile. Nel maschile un Segno superlativo riusciva a mettere ko i campioni d'Italia. Per il sodalizio della Val di Non si tratta della prima Coppa Italia della sua storia. Grande soddisfazione da parte del patron Claudio Chini che ha non ha certo nascosto la sua soddisfazione: “Questi ragazzi e dirigenti stanno lavorando davvero sodo e alla fine i risultati con la costanza e l'impegno arrivano. Aver battuto una squadra come il Castellaro per noi è una soddisfazione immensa, stiamo parlando dei campioni d'Italia".

In campo femminile al termine di una sfida combattuta il Nave San Rocco si imponeva ancora una volta contro il Mezzolombardo. Laura Lorenzoni e compagne hanno lottato con grande grinta e determinazione, ma alla fine il team di Renato Zeni ha dimostrato di avere ancora qualcosa in più come mentalità ed esperienza e soprattutto un trio di classe immensa, sempre molto unito, anche nei momenti di difficoltà della gara.

Gli incontri di Lavis sono stati arbitrati da Francesco Postinghel, Luca Bressan ed Elio Frasnelli, quelli di Nizza Monferrato da Gianantonio Bonando, Sergio Garetto e Fulvio Cataldo.

 

Risultati Maschile:

Cinaglio – Segno 8-13

Marco – Castellaro 3-13

Finale: Segno – Castellaro 13-11

 

Risultati Femminile:

Segno – Mezzolombardo 8-13

Nave San Rocco – Cereta 13-5

Finale: Nave San Rocco – Mezzolombardo 13-8.