Specialità

logo-frc

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

SERIE A - AL VIA IL CAMPIONATO, CASTELLARO DIFENDE LO SCUDETTO

SERIE B - QUATTRODICI TEAM A CACCIA DELLA PROMOZIONE

di Giovanni Crosato

Serie A

Prenderà il via domenica 19 marzo il massimo Campionato open, il 105° dal primo disputato nel 1896, con dodici squadre al via e il Castellaro, detentore del titolo e mattatore della scorsa stagione, dove ha conquistato anche Coppa Italia e Supercoppa nel lungo testa a testa con il Cavaion - sua la Coppa Europa - chiamato a difendere lo scudetto dall’assalto delle concorrenti, con proprio i veronesi a guidare su tutte.

A contendersi il massimo traguardo ci saranno le cinque mantovane Castellaro, Cavrianese, Guidizzolo, Medole e Solferino, l’alessandrina Cremolino, le veronesi Cavaion, Sommacampagna e la neopromossa Bardolino, le trentine Sabbionara e l’altra neopromossa Mezzolombardo e a chiudere il ripescato Ciserano di Bergamo.

Ventidue le giornate in calendario, con quattro incontri per ogni squadra in notturna nei mesi di giugno e luglio e confermato il campionato a girone unico con scudetto conquistato dalla prima squadra classificata al termine del girone di ritorno. Retrocessione diretta delle ultime due.

Confermata la settimana di Ferragosto la Coppa Italia, ma con nuova formula che vedrà ai nastri di partenza tutte le squadre iscritte, con le prime tre squadre classificate alla fine del girone di andata che saranno le teste di serie dei tre gironi (A-B-C) di qualificazione, previsti nel mese di luglio, alle quali verranno abbinate per sorteggio le classificate dalla quarta alla sesta, dalla settima alla nona e dalla decima alla dodicesima. Le prime due squadre classificate di ogni girone accederanno alla fase finale.

Esordio casalingo per i campioni d’Italia in carica del Castellaro che riceveranno la visita del Sommacampagna. Nei mantovani è arrivato Andrea Petroselli a sostituire Federico Merighi approdato al Cavaion e, come sesto uomo, ritorno di Lorenzo Gasperetti, mentre è stato confermato in toto il resto della formazione con guida tecnica sempre affidata a Stefania Mogliotti. Novità anche tra i veronesi con Franco Zeni che torna a ricoprire il ruolo di mezzovolo davanti ai confermati Sandro Alberti e Pierluigi Zambetto e l’arrivo di Luca Ederle come jolly dalla Cavrianese. Per la formazione di casa obiettivo stagionale quello di provare a confermare i risultati dello scorso anno dall’assalto delle concorrenti, con la veronese Cavaion principale contendente; per il Sommacampagna un campionato subito a ridosso delle squadre di vertice. I favori del pronostico sono per il Castellaro, con gli ospiti che faranno il loro per ben figurare, sfruttando anche il fatto di incontrare i mantovani ad inizio anno.

In casa anche i campioni d’Europa in carica del Cavaion opposti alla neopromossa Mezzolombardo. Come già detto in terra veronese è approdato Federico Merighi a far coppia con Yohan Pierron a fondocampo, con il confermato terzetto avanzato composto da Luca Festi, Stefano Previtali e Federico Gasperetti, cui si aggiungono i rincalzi Simone Antonioli e Mattia Barbazeni. Novità in panchina con Edoardo Facchetti, approdato alla guida della Fipt, sostituito nel ruolo da Luca Baldini. Confermata in toto la compagine trentina, con qualche nuovo arrivo in panchina, forte dei successi ottenuti nella serie cadetta lo scorso anno e con al via l’obiettivo di rimanere nella massima serie. Pronostico tutto per il Cavaion, deciso a fare il possibile per riportare a casa lo scudetto, sfuggito lo scorso anno dopo due trionfi consecutivi. Per il Mezzolombardo il compito di rodare i propri effettivi in vista di incontri più alla portata.

Partirà davanti al pubblico amico anche il Solferino, terzo nel 2016, che riceverà da favorito la visita del ripescato Ciserano. Poche le novità nella rosa del presidente Mario Spazzini, il ritorno di Walter Derada nel ruolo di terzino e quello di Gaetano Manenti come settimo, mentre i panni di direttore tecnico li vestirà il presidente in collaborazione con Massimo Merlo. Per i mantovani il compito sarà quello di confermare il terzo posto e, perché no, cercare di impensierire Castellaro e Cavaion. Dopo un anno difficile, finito con la retrocessione, proverà a rifarsi il Ciserano ripescato in serie A, vista la rinuncia da parte del Fumane; tra le file bergamasche sono arrivati Tiberio Biagi nel ruolo di mezzovolo e Simone Brignoli terzino, con guida tecnica affidata a Elio Barachetti. 

Giocherà in casa anche il Sabbionara, quarta forza lo scorso anno, che sul rimesso a nuovo campo sportivo, inaugurato proprio una settimana fa, ospiterà l’altra neopromossa Bardolino, in una sfida che vede la compagine aviense logica favorita. Solo una la novità in casa trentina, con il ritorno di Mirko Cont a sostituire Salvatore Occhipinti nel ruolo di terzino. Obiettivo per il team diretto da Andrea Fiorini sarà quello di confermare quanto di buono fatto un anno fa, quando riuscì ad inserirsi nella lotta al terzo posto del Solferino, al termine di una stagione oltre ogni più rosea aspettativa della vigilia. Propositi di salvezza per i gardesani, tornati in serie A dopo alcuni anni di assenza, che hanno sostituito Nicolò Guerreschi a fondocampo con Alberto Tommasi, confermando alla guida tecnica Sergio Zantedeschi.

Equilibrato si preannuncia Cremolino-Cavrianese, con gli alessandrini che hanno promosso titolare Daniele Ferrero al posto di Federico Pavia, approdato al Guidizzolo, con il ritorno di Paolo Baggio nel ruolo di sesto uomo. Novità anche in panchina con il trio Giampiero de Luca, Aldo Casamonti e Mauro Bavazzano che sostituisce Fabio Viotti. Nuovi innesti anche nella Cavrianese con Stefano Belotti al posto di Franco Zeni a fondocampo e l’arrivo di Stefano Vicentini e Nicolò Guerreschi, atleti che possono ricoprire più ruoli. Guida tecnica affidata ancora ad Alessandro Nobis. Pronostico aperto a qualsiasi risultato tra due formazioni che lotteranno nel centro classifica.

Dovrebbe filare via sui binari dell’equilibrio anche il derby mantovano Medole-Guidizzolo, con i primi che hanno inserito solo il giovane Nicola Zannoni al posto di Walter Derada, confermando il terzetto arretrato composto da Nico Mariotto, Gabriele Merighi e Andrea Moratelli, con a dare a man forte in panchina Dario Andreoli e Antonio Zamboni. Due arrivi anche in casa Guidizzolo, quello di Federico Pavia a fondocampo a fare coppia con l’altro piemontese Alberto Botteon, e quello di Samuele Guerra che farà coppia nel ruolo di terzino con Carlo Tonini. Confermato mezzovolo Andrea Marcazzan così come i rispettivi direttori tecnici: Giuliano Crotti da una parte e Bruno Tommasi dall’altra. Anche per questi due team l’aspettativa di un campionato tranquillo, con obiettivo primario la qualificazione alla Coppa Italia, che quest’anno prevede solo sei finaliste invece che otto e di inserirsi subito dietro alle compagini più quotate.

Serie B

A girone unico anche il Campionato di B, che vedrà al via 14 squadre con partite di andata e ritorno: il via delle gare sempre domenica 19 marzo, con promozione in serie A per le prime due squadre classificate alla fine del girone di ritorno e retrocessione in serie C per le ultime due.

Al via le trentine Besenello, Nave San Rocco, Noarna, Segno e Tuenno, le mantovane Castiglione, Ceresara, Cereta (ripescato) e Malavicina, le astigiane Castell’Alfero e Cinaglio, la trevigiana Fontigo e le due neopromosse bergamasche Arcene e Castelli Calepio.

A Ferragosto anche la Coppa Italia della serie cadetta, che vedrà una fase di qualificazione tra fine giugno e inizio luglio, con le prime otto squadre classificate alla fine del girone di andata che disputeranno, con partite di andata e ritorno, i quarti di finale con accoppiamenti 1-8, 2-7, 3-6, 4-5, con primo incontro in casa della squadra peggio classificata. Le quattro vincenti la settimana di Ferragosto si affronteranno poi nelle semifinali e finali.

Esordio in casa per il Castiglione, retrocesso lo scorso anno, ma pronto ad un campionato di vertice per il ritorno in serie A, che riceverà da favorito il Fontigo. Subito derby bergamasco tra le neopromosse Arcene e Castelli Calepio, chiamate a confermare quanto di buono già fatto in serie C, con i primi che forti di una formazione di provata esperienza, proveranno ad inserirsi a ridosso del gruppo di testa. Il rinnovato Cinaglio, che lo scorso anno sfiorò la promozione al termine di un lungo testa a testa con il Bardolino, riceverà la visita del ripescato Cereta. Due i derby trentini in programma: Noarna-Segno, con i padroni di casa che punteranno sul giovane Alessandro Merighi, fratello di Federico e Gabriele, per un campionato di alto livello e gli ospiti che mirano a confermare il buon scorso campionato; e Nave San Rocco-Besenello, con gli ospiti che sulla carta sembrano avere qualcosa in più rispetto al team di casa, visto l’inserimento di Diego Eccher lo scorso anno in serie A a Ciserano. Interessante Ceresara-Tuenno, con i padroni di casa che hanno visto l’arrivo da Noarna della coppia Cimonetti-Zampini e puntano alle zone alte della graduatoria e gli ospiti che con l’arrivo di Quinto Leonardi in panchina proveranno a fare il salto di qualità dopo un buon 2016. A chiudere la giornata Malavicina-Castell’Alfero, due squadre giovani, da seguire nel corso di questa stagione.

Il programma – domenica 19 marzo ore 15

Serie A – Prima giornata

Castellaro-Sommacampagna, Cavaion-Mezzolombardo, Solferino-Ciserano, Sabbionara-Bardolino, Cremolino-Cavrianese, Medole-Guidizzolo.

Prossimo turno (domenica 27 marzo ore 15): Sommacampagna-Medole (ore 15.30), Mezzolombardo-Castellaro, Ciserano-Cavaion, Bardolino-Solferino, Cavrianese-Sabbionara, Guidizzolo-Cremolino.

Serie B – Prima giornata

Castiglione-Fontigo, Cinaglio-Cereta, Noarna-Segno, Nave San Rocco-Besenello, Malavicina-Castell’Alfero, Ceresara-Tuenno, Arcene-Castelli Calepio.

Prossimo turno (domenica 27 marzo ore 15): Fontigo-Arcene, Cereta-Castiglione, Segno-Cinaglio, Besenello-Noarna, Castell’Alfero-Nave San Rocco, Ceresara-Malavicina, Castelli Calepio-Tuenno.