Specialità

logo-frc

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

tamb FINAL affiche

VENERDI’ 9, SABATO 10 E DOMENICA 11 FEBBRAIO

 

A LES PENNES MIRABEAU (FRANCIA)

XXV COPPA EUROPA INDOOR

IN CAMPO SABBIONARA TRENTINO TEAM E MEZZOLOMBARDO NEL FEMMINILE

ARCENE E MARCO NEL MASCHILE

 

UNDICI TEAM NEL MASCHILE, NOVE NEL FEMMINILE

A MADRID NEL 2017 TITOLI A COURNONTERRALAIS (Maschile) E SABBIONARA TRENTINO TEAM (Femminile)

di Giovanni Crosato


Sarà Les Pennes Mirabeau, comune del sud della Francia, situato nel dipartimento delle Bocche del Rodano nella Regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, nei pressi di Marsiglia, il teatro della XXV edizione della Coppa Europa Indoor maschile e femminile per squadre di Club, organizzata su mandato della Federation Internationale de Balle au Tambourin, dalla locale società, già famosa nel panorama tamburellistico internazionale per l’annuale torneo open che ogni mese di settembre vede la partecipazione di numerose compagini provenienti da tutta Europa e dal Brasile.

Detentrici del titolo europeo 2017, assegnato nei pressi di Madrid, nei Palazzetti di Perales de Tajuna, Tielmes e Orusco de Tajuna, sono nel maschile i francesi del Cournonterralais e nel femminile il Sabbionara Trentino Team, che ha tenuto alto i colori azzurri nella scorsa edizione, battendo per l’ennesima volta nella finalissima l’eterna rivale francese del Poussan.

Palcoscenico della manifestazione saranno i Palazzetti  “Alain Colas” e “Jean Roure” di Les Pennes Mirabeau e “La Viguerie” di Gignac La Nerthe.

A difendere i colori azzurri troviamo nel maschile la bergamasca Arcene, fresca vincitrice dello scudetto e la trentina Marco; nel femminile le campionesse d’Europa in carica del  Sabbionara Trentino Team, chiamate quindi a difendere i due titoli consecutivi conquistati, cinque negli ultimi sei anni, e l’altra trentina Mezzolombardo, che ha acquisito il diritto a partecipare vista la rinuncia della Tigliolese.

Undici le compagini al via nel maschile, suddivise in tre gironi. Nel girone A troviamo l’Arcene, la francese Florensac, la catalana Farola e la portoghese Associação Moradores Moita; nel girone B i detentori del titolo del Cournonterrails, la tedesca Colonia e l’inglese Oxford; nel girone C la catalana Barcellona BTC, l’altra azzurra Marco, la teutonica Fallerslben e la spagnola Tamburello Madrid.

Nove invece le formazioni al via nel femminile, suddivise sempre in tre gironi. Nel girone A le campionesse d’Europa in carica del Sabbionara Trentino Team che si troveranno di fronte le francesi dell’Etoile Sportive Paulhanaise e le spagnole del Madrid Sur; nel girone B le transalpine del Poussan, le catalane del Barcellona BTC e le tedesche dell’Hannover; nel girone C il Mezzolombardo, le catalane del Farola e le inglesi dell’Oxford.

Nel maschile si qualificheranno ai quarti di finale le prime due classificate di ogni girone e le due migliori terze, mentre nel femminile passaggio diretto alle semifinali per le due prime meglio classificate e due quarti di finale per stabilire le altre semifinaliste: tra la peggior prima opposta alla peggior seconda dei gironi e tra le due migliori seconde.

Il via dei gironi di qualificazione nella mattinata di venerdì con conclusione sabato. Nel pomeriggio il via ai quarti di finale maschili e femminili e ai primi incontri per le classificazioni di rincalzo. Domenica mattina poi le semifinali maschili e femminili e a chiudere finali per il terzo posto e finalissime per l’assegnazione della XXV edizione della Coppa Europa.

L’edizione 2018 è la venticinquesima della Coppa Europa e nell’Albo d’Oro spicca il predominio azzurro, con sedici vittorie maschili (nel ’93, ’95, 97, 98 e 2011 e 2015 della ravennate Fulgur Bagnacavallo; nel ’96, 2002, 2003, 2005, 2007 e 2012 del Ragusa; nel 2008, 2009 e 2016 della mantovana Ennio Guerra Castellaro, nel 2000 della trentina Tuenno,) e sedici femminili (nel ’96, ’97, ’98, ’99 della cosentina Acli Luigi Bruno, nel 2002 dell’ ASST Bergamo, nel 2003 del Curno Bergamo, nel 2005 della trentina Aldeno, nel 2008 e nel 2015 della oristanese Aeden Santa Giusta, nel 2010 e 2011 del San Paolo d’Argon e nel 2012, 2013, 2014, 2016 e 2017 dal Sabbionara Trentino Team).

En plein sono stati negli anni registrati solo da formazioni azzurre e dai francesi: azzurre nel 1996 (Ragusa e Bruno Cosenza), ’97 e ‘98 (Fulgur Bagnacavallo e Bruno Cosenza), 2001 (Ragusa e Bergamo), 2002 (Ragusa e Curno), 2005 (Ragusa e Aldeno) e 2008 (Castellaro e Aeden Santa Giusta), 2011 (Fulgur Bagnacavallo e San Paolo d’Argon), 2015 (Fulgur Bagnacavallo e Aeden Santa Giusta) e 2016 (Castellaro e Sabbionara Trentino Team); francesi nel 1994 (Cournonterral e Cournonterral), 2004 e 2006 (Poussan e Poussan).

Il Programma