Specialità

logo-frc

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

MALAVICINA VINCE DI MISURA SUL CASTELLARO

Un altro grandissimo match tra Malavicina e Castellaro, che dopo aver regalato spettacolo nella finale scudetto di quindici giorni fa a Medole, dove i ragazzi del presidente Arturo Danieli erano riusciti a prevalere sugli avversari ai trampolini di spareggio, si sono ripetuti anche a oggi a Cavriana (Mantova), dando vita, davanti ad un folto pubblico, ad un incontro mozzafiato che ha visto il Malavicina prevalere di misura per 13-11.

Le due squadre hanno sempre viaggiato appaiate, dall'inizio alla fine della gara e alla fine la differenza l'hanno fatta i quaranta pari, 7 per il Malavicina e 3 per il Castellaro. Certo è che l'intuizione di Renzo Tommasi nel finale di gara, con lo spostamento di Isalberti mezzovolo e l'arretramento di Zandonà a fondocampo, operata anche nella finale di Medole, questa volta ha prodotto gli effetti sperati, consentendo al Malavicina di portare a casa la III edizione della Supercoppa della serie cadetta.

Al termine dell'incontro si sono svolte le premiazioni alla presenza del presidente Fipt Emilio Crosato, del presidente della CTF Pellegrino Sereni e del sindaco di Cavriana Benhur Tondini.
Il Malavicina succede nell'albo d'oro della manifestazione al Carpeneto.