Specialità

logo-frc

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

A CASTEL GOFFREDO (Mantova)
CONCLUSI GLI INCONTRI DELLA I GIORNATA

Apre all'insegna dello spettacolo la manifestazione ed il polso della situazione è dato, al fischio d'inizio, dall'incontro maschile Ragusa-Fulgur Bagnacavallo, con due squadre decise a darsi battaglia e consapevoli del valore del risultato dell'incontro ai fini del traguardo finale: scattano i ravennati che prendono in pugno la partita portandosi in vantaggio fino a 7-4, poi la sorpresa, Claudio Farruggio, trainer della formazione siciliana mangia la foglia e mettendo al centro Salvatore Occhipinti frena le micidiali bordate di Luca Baldini e la situazione si capovolge con il Ragusa che strappa il filo di lana ad un Bagnacavallo cui rimane l'amarezza di bel nove 40 pari. Tre punti preziosi ai siciliani dunque e bocca asciutta per i romagnoli.
A rendere incandescentel'ambiente la bella prestazione della trentina Sabbionara, vincitrice dell'ultima edizione della Coppa, che supera di slancio la pur quotata sarda Aeden Santa Giusta, riscuotendo meritati applausi dalle scolaresche che gremiscono le tribune del nuovo Palazzetto dello Sport.
Nel terzo incontro di fronte Tamburello Cosenza e l'altra ravennate Baracca Lugo, che riscatta il prestigio romagnolo dopo la sfortunata prestazione della cugina Fulgur.
Chiude la mattinata Campora Ovada-Itri con la netta vittoria della squadra campione d'Italia in carica; nulla da fare quindi per le ragazze pontine contro la forte formazione alessandrina, con rinvio della rivincita alla prossima occasione.
Crepitante anche l'avvio degli incontri pomeridiani, che vede in campo , in apertura, il derby maschile Fulgur Bagnacavallo-Baracca Lugo, disputato all'insegna del bel tamburello, dei gioco-spettacolo, della bravura delle due formazioni che combattono senza risparmio di energie e che al momento sportivo aggiungono il condimento positivo del fuoco romagnolo; rimasto in svantaggio dall'inizio, il Lugo gradualmente rosica l'handicap raggiungendo l'avversario a quota nove; avanza il Bagnacavallo e a fatica si porta a 10, quota in cui il Lugo lo raggiunge subito; emozioni a go-go; sospensioni a raffica, la stanchezza gioca brutti scherzi, è ora 11 per il Bagnacavallo che lascia all'asciutto l'avversario con tre staffilate di Baldini ed una conclusiva di Mattia Mercatali; nel gioco successivo il Lugo raccoglie solo un 15, avanza ancora il Bagnacavallo che si porta a 12. Emozioni. La tensione si taglia con lo sguardo; servizio della Fulgur che fa 15, replica ed è 15 pari, poi 30-15, fallo di battuta, 40-15; è silenzio sulle tribune, non vola una mosca. Silenzio, il tam della palla è uno schiocco secco nell'aria nell'aria come quello d'una frusta, il suo suono è il solo ad esistere; segue un gemito, è 40-30; non c'è tempo per respirare, è partita. Per la Fulgur i primi 3 punti della giornata.
Seguono il femminile Sabbionara-Itri, con in bella mostra il team trentino, d'una spanna superiore al pontino, con Germana Baldo, Veronica Trapletti, Paola Daldoss, Ilenia Tretter, Giada Fontana in splendida forma.
La partita Ragusa-Tamburello Cosenza mette ancora in mostra le qualità della bella squadra siciliana, che nel derby del sud trova però avversari di rango in Cristian Belsito, Dario Filice, Carmine Vizza, Matteo Capitano e Cristian Fata; duro il percorso dei ragusani, che si vedono raggiungere a quota sei dopo aver condotto la gara fino a quel momento; l'incontro continua sul filo dell'inseguimento al cardiopalmo, 7-6 a favore degli iblei, 7-7, 8-7, 10-8, 11-9, attraverso sospensioni e 40 pari si va all'11-10, 12-10, 12-11, 13-11, per i cosentini la soddisfazione di avere strappato un punto ai campioni d'Italia; a ringraziare i calabresi sicuramente la Fulgur Bagnacavallo, che ha così domani, nell'incontro diretto con il Ragusa, una chance in più da far valere.
Sipario sulla giornata con il femminile Campora Ovada-Aeden Santa Giusta, agevolmente vinto dalla squadra campione d'Italia sull'irriconoscibile formazione sarda, in piena crisi, parzialmente spiegabile con l'assenza di Guendalina Cadoni.
Quattro gli incontri in calendario nella mattinata di domani, due maschili e due femminili, che decideranno della Coppa: delle femminili la più importante è Sabbionara-Campora Ovada, che trova in campo le due formazioni appaiate in testa alla classifica parziale al termine della I giornata; delle maschili decisivo il match Ragusa-Fulgur Bagnacavallo, con i siciliani però in avvio di partita in testa alla classifica.
Perfetto l'arbitraggio, curato dagli arbitri Flaminio Gambirasio, Fiorenzo Teli (Bergamo), Attilia Bonini, Giovanni Bonini, Angelo Scalogna (Mantova), Gianpaolo Arduini (Verona).
Le partite in calendario al mattino di domani: maschili Tamburello Cosenza-Fulgur Bagnacavallo, Baracca Lugo-Ragusa; femminili Aeden Santa Giusta-Itri e Sabbionara-Campora Ovada.
Una sinesi di due incontri di finale sarà trasmessa su RAI SPORT più gioved' 19 alle 17,15

Risultati -
Maschili - Ragusa-Fulgur Bagnacavallo 13-7, Baracca Lugo-Tamburello Cosenza 13-5, Fulgur Bagnacavallo-Baracca Lugo 13-10, Ragusa-Tamburello Cosenza 13-11.
Femminili - Sabbionara-Aeden S. Giusta 13-2, Campora Ovada-Itri 13-5, Sabbionara-Itri 13-4, Campora Ovada-Aeden Santa Giusta 13-2.
Classifica I giornata - maschile: Ragusa p. 5, Baracca Lugo p. 3; Fulgur Bagnacavallo p. 3, Tamburello Cosenza p. 1; femminile: Sabbionara e Ovada p. 6, Itri ed Aeden S. Giusta p. 0.

Così in campo
Femminili

Polisportiva Itri (Latina): Gabriella Tamburrino; Valentina Ialongo; Paola Saccoccio; Keiry Mumez Sanchez; De La Rosa Isleni; DT Giuseppe Paparello.
Aeden Santa Giusta (Oristano) - Giulia Marino; Alessandra Sanna; Ilaria Garau; Valeria Cadoni; Beatrice Musu; DT Giovanni Dessì.
Paolo Campora Ovada (Alessandria) - Luana Parodi; Chiara Parodi; Sara Scapolan; Jessica Gozzellino; DT Massimo Rinaldo.
AT Sabbionara (Trento) - Germana Baldo; Veronica Trapletti; Paola Daldoss; Ilenia Tretter; Giada Fontana; DT Andrea Fiorini.

Maschili
ASD Ragusa - Salvatore Occhipinti; Sergio Battaglia; Giuseppe Di Grandi; Stefano Iurato; Giancarlo Firrincieli; Elio Sisino; DT Claudio Farruggio.
Tamburello Cosenza - Cristian Belsito; Dario Filice; Carmine Vizza; Matteo Capitano; Cristian Fata; Lorenzo Filice; DT Giulia Marino.
Baracca Lugo (Ravenna) - Fabio Ranzi; Antonio Di Mauro; Fabio Battaglia; Graziano Perottoni; Simone Melandri; DT Roberto Casalini.
Fulgur Bagnacavallo (Ravenna) - Luca Baldini; Davide Cornacchia; Mattia Mercatali; Marco Grassi; Roberto Baldini; DT Michele Galassi.