Specialità

logo-frc

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

  CHE SUPERA D'UN SOFFIO 13-11 UN GRANDE CREMOLINO

 - SERIE B VITTORIE DI CASTELLARO E MALAVICINA CHE VOLANO IN A DOMENICA SARANNO DI FRONTE PER IL TRICOLORE DI B

 - SERIE C SEMIFINALI PER IL TRICOLORE VITTORIA DEL MONTE SUL FILAGO

 - SERIE D SEMIFINALI PER IL TRICOLORE IL CORTE FRANCA FA FUORI IL CAPRIANO DEL COLLE

 

Serie A

Anche la Supercoppa 2009 non ha cambia casa, resta a Callianetto saldamente nelle mani dei campioni d'Italia che seppure con il batticuore avendo di fronte un grande avversario, realizzano quest'anno un poker di prestigio, straordinario, vincendo tutto quanto da vincere c'era nell'open, dalla Coppa Europa alla Coppa Italia, dallo scudetto ed ora alla Supercoppa.

Un Team con la T maiuscola questo Callianetto, che merita tutto in belle lettere, nella sua composizione, l'onore della citazione, iniziando da Stefania Mogliotti, trainer di questa straordinaria squadra ed unica donna a sedere in una panchina di A; talvolta, negli incontri più importanti l'abbiamo vista a fondo campo, nel ruolo (con lei strategico) di cambio-tamburello, cedendo quello ufficiale a Giuseppe Tirone (tecnico preparato e ieri anche bravo giocatore) o a Giuseppe De Luca (che ricordiamo, indimenticabile, nel ruolo di terzino prima nel grande Castelferro, poi nel Callianetto); ci piace citarli in ordine alfabetico, includendo la panchina, perché nel Tamburello (con la T maiuscola anche questo) è la squadra che conta e tutti ne fanno parte: Manuel Beltrami, Ivan Briola, Giorgio Cavagna, Gianluca Mignani, Yohan Pieron, Stefano Previtali, Samuel Valle.

Una squadra costruita con grande lavoro, giorno dopo giorno, sapendo mettere gli uomini al posto giusto, valorizzando nel modo migliore le loro potenzialità, la loro esperienza, la loro gioventù.

Poi, non potrebbe che essere così, un presidente, Alberto Fassio, che dal padre Giuseppe ha ereditato passione e capacità nella scelta degli uomini, nella destinazione delle risorse.

Preceduta al mattino dall'incontro tra due rappresentative giovanili juniores All Stars Perone Blu-All Stars Perone Nero (promesse di domani, che spettacolo nel loro impegno!), conclusa al 8-10 al tie-break, scendono in campo a Monte di Sant'Ambrogio di Valpolicella, a contendersi la Supercoppa, prestigioso trofeo giunto alla XVIII edizione, campioni e vicecampioni d'Italia 2009, di fronte già domenica scorsa sul terreno della mantovana Cavriana a contendersi lo scudetto.

Se quella finale non ha avuto storia, questa partita si, di storia ne ha e tanta, anche perché è iniziata quando ormai si riteneva, con l'abissale vantaggio di 8-2 per i campioni d'Italia, che l'incontro fosse concluso; invece no, quale araba fenice risorta con straordinario orgoglio dalle ceneri, il Cremolino monta in cattedra e recupera, colpo su colpo, lo svantaggio fino all'8-6, poi perde un colpo e va a meno 3, ancora alternanze è 11-10, 12-11, sipario. Non è bastata alla bella formazione alessandrina la volontà di recupero e la straordinaria forza messa in campo, dimostrata: al traguardo primi giungono i forti eroi del Callianetto, che tagliano primi il filo di lana e che con questo successo inanellano, portandolo a otto, il record di vittorie nella Supercoppa, record fno allo scroso anno diviso con l'alessandrina Castelferro ed ora frantumato; è il momento, per la squadra astigiana, di pensare a nuove frontiere, a nuovi record, ad esempio ad inseguire quello di vittorie - le mancano "solo" quattro primavere per eguagliarlo, al Castelferro ne sono andate undici, ma il pensarlo può essere un augurio per i prossini anni - nella Coppa Italia.

Bella, bellissima partita, di grande spettacolo, di grandi emozioni, disputata al limite delle forze dagli atleti in campo, una lezione, da loro, di vita, un esempio nell'impegno e nel credo.

Bravi, bravissimi atleti; bravi, bravissimi tecnici; bravi, bravissimi Dirigenti che, tutti, onorano lo Sport.

L'albo d'oro della manifestazione apre la prima pagina nel 1992 e registra, di fila nel '92 e ‘93, tre vittorie dell'alessandrina Castelferro, che a quei tempi era un rullo compressore tipo il Callianetto dei giorni nostri; il Castelferro si ripete nel '97, '98 e 2001; tra le riprese alessandrine una vittoria della veronese Bardolino ('95), una della trentina Tuenno ('96), una della mantovana Castellaro ('98) ed un anno prima del via! all'infinita (per il momento) serie del Callianetto (dal 2003 ad oggi) ad agguantare la Supercoppa è stata (2002) la bergamasca San Paolo d'Argon. In totale quindi sette coppe in terra astigiana, sei sotto il cielo alessandrino, ed una ciascuna in terra veronese, mantovana e bergamasca.

Fotogallery Supercoppa

 

Serie B play-off

Se nel primo turno di semifinale il Malavicina ha dovuto subire, con la forza del San Paolo d'Argon, anche la prima ed unica sconfitta della stagione, ora le cose sono andate diversamente, con una passeggiata della squadra mantovana che ha piegato, annullandola, l'avversaria conquistando così la serie A insieme al Castellaro, che è riuscito a superare, lottando fino all'ultimo con uno straordinario Filago.

Per il tricolore di A, domenica prossima, saranno così di fronte due squadre mantovane, ma sarà qualcosa di molto più che un derby.

SERIE C

Conferma i favori deo pronostico il Monte, che non delude il pubblico amico imponendosi sul Filago.

SERIE D

Nell'incontro di andata, tutto bresciano, per il titolo italiano il Cortefranca supera il Capriano del Colle.

 

RISULTATI

SUPERCOPPA - Callianetto-Cremolino 13-11.

(arbitri: Gianpaolo Arduini, Giò Battista Frare, Giovanni Zanoni - terna veronese)

Incontro tra Rappresentative Juniores (disputata al mattino) All Stars Perone Blu-All Stars Perone Nero 12-12, tie-break 8-10.

(arbitri: Gianpaolo Arduini, Giò Battista Frare, Giovanni Zanoni - terna veronese)

Supercoppa, albo d'oro

1992 - Pol. De Negri Castelferro AL

1993 - Pol. De Negri Castelferro AL

1994 - Pol. De Negri Castelferro AL

1995 - A.T. Bardolino Vimar VR

1996 - Pol. Cassa Rurale Tuenno TN

1997 - Pol. De Negri Castelferro AL

1998 - Pol. De Negri Castelferro AL

1999 - A.T. E.G. Castellaro MN

2000 - U.S.T. S. Paolo d'Argon BG

2001 - Pol. De Negri Castelferro AL

2002 - U.S.T. S. Paolo d'Argon BG

2003 - U.S. Callianetto AT

2004 - U.S. Callianetto AT

2005 - U.S. Callianetto AT

2006 - U.S. Callianetto AT

2007 - U.S. Callianetto AT

2008 - A.S.D. Callianetto Torino AT

2009 . ASD Callianetto AT

SERIE B - Play-off

Risultati - Malavicina-San Paolo d'Argon 13-2, Filago-Castellaro 11-13.

(arbitri: Carlo Baldi, Adalberto Trevisani, Claudio Viviani - terna veronese)

Malavicina e Castellaro promossi in serie A.

Prossimo turno, domenica 1 novembre, finale per il titolo italiano di B: Castellaro-Malavicina.

SERIE C - finale per il titolo italiano

Risultati - Monte-Filago 13-10 (andata, disputata sabato)

(arbitri:Francesco Vicari, R Guidetti, Giovanni Bonini - terna mantovana)

Prossimo turno, domenica 1 novembre, finale (ritorno) per il titolo italiano di C: Filago-Monte.

SERIE D - finale per il titolo italiano

Risultati - Corte Franca-Capriano del Colle 13-5 (andata)

(arbitri: Angelo Scalogna, Attilia Bonini, Giovanni Bonini - terna mantovana)

Prossimo turno, domenica 1 novembre, finale (ritorno) per il titolo italiano di D: Capriano del Colle-Corte Franca.

 

TAMBURELLO IN TV

Giovedì alle 15,30, su RAI SPORT più, sintesi dell'incontro di Supercoppa Callianetto-Cremolino.
TAMBURELLO - SUPERCOPPA CALLIANETTO BATTE CREMOLINO E FA FILOTTO - VANNO IN A MALAVICINA E CASTELLARO