Specialità

logo-frc

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Settimo trionfo consecutivo del Callianetto, che nella splendida cornice del "Prospero-Dezzani", completamente tirato a nuovo per l'occasione, supera senza grosse difficoltà nella finalissima il Sommacampagna per 13-4.
La rinnovata compagine del presidente Alberto Fassio ha confermato nella finalissima quanto di buono aveva fatto vedere nei quarti di finale contro il Solferino e in semifinale contro il temibile Mezzolombardo, dimostrandosi squadra solida e completa in ogni reparto, con un Manuel Beltrami straordinario trascinatore dei nuovi giovani innesti Yohan Pierron e Samuel Valle e una coppia di terzini formidabile quali Giorgio Cavagna e Stefano Previtali.
I veronesi, nonostante le non perfette condizioni fisiche di Sandro Albertini, entrato dopo il primo trampolino, ci hanno provato, giocandosela a viso aperto, ma la differenza di valori in campo è parsa subito evidente e il risultato finale ne è la dimostrazione.
Complimenti quindi alla società astigiana, sia per la vittoria che per l'altissimo livello organizzativo.
Al termine dell'incontro si sono svolte le premiazioni alla presenza delle autorità politiche e sportive.
Ora la serie A si ferma e tornerà con i play-off domenica 6 settembre.

Trofeo Spezia, il Piemonte cala il tris

PIEMONTE - TRENTINO 13 - 8
(2-1, 3-3, 5-4, 8-4, 9-6, 10-8; 40 pari 4-2)


Piemonte: Tinelli, Belluardo; Gamarino; Cozza, Oggero. N.e. Parena, Marchidan, La Rosa. Dt Aristide Cassullo - Giorgio Marchiò
Lombardia: Beltrami, Turri; Perottoni; Weber, Corradini. N.e. Pellizzari, Odorizzi. Dt Giuliano Caliari

Un tris che vale la rivincita completa per le selezioni piemontesi. Con il successo della Juniores maschile, infatti, è stato completamente cancellato il "cappotto" subito nel 2008, quando maturarono tre sconfitte per le selezioni subalpine nella Coppa Italia di Noarna. Come nella categoria Allievi, la vittoria è stata più sofferta del previsto: buona la prova offerta dal terzetto arretrato del Trentino, di contro un ottimo Belluardo non è stato ben supportato da Tinelli, troppo falloso; davanti a loro, bene Gamarino e i terzini, tra cui è spiccato Cozza, autore di diversi quindici, anche in momenti delicati. Le difficoltà, per i ragazzi di Marchiò e Cassullo, sono arrivate a più riprese: detto dell'aspetto tecnico, i padroni di casa hanno palesato anche qualche pausa di troppo. Il sostanziale equilibrio s'è spezzato nel quarto trampolino quando, sul 5-4, i piemontesi hanno recuperato dal 15-40, game chiuso dal già citato terzino. Era il là per lo sprint sino al 9-4, dove Tinelli e soci si fermavano: tre giochi senza realizzare neppure un quindici, così gli avversari potevano tornare a crederci. "Incantesimo" fortunatamente rotto, con lo strappo decisivo (11-8) prodotto sull'ultimo 40 pari del match, sbloccato da uno dei pochi errori di Turri. A quel punto i trentini perdevano le speranze, uscendo comunque a testa alta dalla sfida.