Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Indoor

Indoor B maschile a San Paolo D'Argon trionfano Marco nel maschile e Cereta nel femminile. Valgatara la crescita continua per il secondo anno consecutivo le veronesi arrivano alle finali.

Articolo Franco Longo - Foto Gerry Testa

Il campionato cadetto indoor si è concluso con la vittoria della mantovana Cereta nel femminile e del Marco nel maschile. Gli incontri hanno avuto inizio sabato con i quarti di finale. Vista la rinuncia in extremis del Torrita Siena nel maschile il Marco approdava direttamente in semifinale. Sempre nel maschile la marchigiana Treiese faceva soffrire la veronese Monte, il tutto a testimonianza dei notevoli progressi compiuti nel corso degli ultimi anni. Il Sabbionara stentava e non poco contro il Bagnacavallo. Buon avvio di gara per gli aviensi. Il team trentino calava sul vantaggio di 11-6. Il Bagnacavallo aveva il merito di non abbattersi, ma non riusciva a recuperare lo svantaggio. Il Sabbionara otteneva una vittoria (13-12), decisamente sofferta per come si era messa la gara nelle battute iniziali. Nell'ultimo quarto di finale successo del Castelnuovo ai danni di Firenze. Nella giornata di domenica al via le semifinali con il debutto dell'altra trentina Marco che piegava la veronese Castelnuovo. Equilibrio fino al 5-5, poi i trentini alzavano il ritmo lasciando solo un altro gioco ai rivali veronesi. In casa Marco, ottima prestazione di Stefano Mosna. Al successo del Marco rispondeva il Sabbionara. I ragazzi di Paolo Tommasini superavano il Monte. Trentini sempre avanti. Questi i parziali: 2-1, 4-2, 6-3, 9-3, 11-4, 12-6, 13-7. Migliore in campo Samuel Fiorini. Nel maschile in finale il derby trentino Sabbionara – Marco, terminato con il risultato finale di 13-4 in favore del Marco. Prestazione decisamente deludente da parte del team aviense, mai capace di contrastare i rivali. Paolo Tommasini direttore tecnico del Sabbionara commenta cosi la finale. “Direi una prestazione non all'altezza da parte nostra.”

Giordano Perottoni e compagni conquistavano cosi il tricolore di serie B maschile, bissando il titolo conquistato nel 2017. Il team roveretano ha confermato di avere grande qualità in tutti i reparti.

In campo femminile, nella giornata di sabato il girone di qualificazione fra le migliori seconde dei tre gironi. Accedevano direttamente alle semifinali Cereta, Firenze e Grassobbio come vincitrici del loro girone. Le seconde classificate dei gironi davano vita ad uno spareggio.

Alla fine si imponeva la veronese Valgatara che metteva ko la toscana Baccheretto e la bergamasca Bonate. Le veronesi in semifinale si dovevano arrendere all'altra compagine orobica del Grassobbio. Avvio comunque favorevole al Valgatara che vincendo due 40 pari consecutivi si portava sul vantaggio di 2-0.

Nell'altra semifinale femminile, tutto facile per la mantovana Cereta che umiliava Firenze: 13-0. Toscane mai in partita. Fine settimana decisamente positivo per il team veronese del Valgatara. Anita Coccia e compagne hanno ben figurato e inoltre per il secondo anno consecutivo riescono a centrare l'obiettivo finali scudetto. La squadra composta da Michela Bernardirelli, Carola Bussola, Sofia Bussola, Anita Coccia, Emma Coccia, Linda Lavagnoli, Martina Nicolis e Margherita Speri sta dando grandi soddisfazioni alla società. Il dirigente Lucio Bussola commenta cosi la giornata di San Paolo D'Argon. “Dobbiamo fare solo i complimenti a queste ragazze che danno sempre il massimo. Sono giovani e volenterose e hanno un futuro promettente davanti. Devono solo continuare a lavorare cosi e riusciranno ad ottenere grandi soddisfazioni. Per quello che hanno fatto vedere in queste finali meritano solo un plauso”. In finale la mantovana Cereta si aggiudicava il derby lombardo mettendo ko la bergamasca Grassobbio per 13-9. Le atlete di Gianfranco Vismara chiudono al secondo posto un'annata comunque positiva. Per il tecnico Gianfranco Vismara un altro secondo posto, dopo quello ottenuto nel 2019 alla guida del San Paolo D'Argon.

In chiusura le premiazioni.

Veronica Trapletti nella sua veste di presidente della società San Paolo D'Argon ha manifestato grande soddisfazione per la scelta della federazione di assegnare le finali a San Paolo D'Argon. “Siamo sempre contenti di poter organizzare ed ospitare manifestazioni nazionali. In questo momento molto difficile poter giocare e stare insieme è una cosa molto piacevole. Voglio ringraziare l'amministrazione comunale per l'aiuto molto prezioso. Ogni volta che viene chiamata in causa è sempre pronta a sostenerci”.

 

Risultati maschile

Quarti di finale: Monte – Treiese 13-10; Bagnacavallo – Sabbionara 12-13; Firenze – Castelnuovo 4-13

Semifinali: Marco – Castelnuovo 13-6; Sabbionara – Monte 13-7

Finale: Marco – Sabbionara 13-4

 

Risultati femminile: Bacchereto - Bonate sotto 0-13; Valgatara - Bacchereto 13-3; Bonate Sotto-Valgatara 6-13

Semifinali femminili: Valgatara – Grassobbio 8-13; Cereta – Firenze 13-0

Finale Cereta – Grassobbio 13-9