Open

Coppa Italia Open – Così i risultati della Serie A ed il resoconto della manifestazione

images/News_2022/OPEN/CoppaItalia_2022/Arcene_1class_A-M.jpeg

Articolo di Giovanni Crosato - Foto Morena Merighi

Serie A: Quarto centro per la Tigliolese (Femminile), prima volta dell’Arcene (Maschile)

Serie B: Trofei al Faedo (Femminile) E Castiglione (Maschile)

Serie C: Prima edizione al Salvi

Si sono chiuse a Noarna, in provincia di Trento, le fasi finali della XLII edizione della Coppa Italia di serie A, della XVI di serie B maschile, della XX edizione della serie A, della XIII della serie B femminile e della I della serie C maschile.

Organizzata dalla Federazione Italiana Palla Tamburello e dalla società Noarna, con il contributo della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige, della Provincia di Trento, del Consorzio dei Comuni Bim-Adige, della Comunità della Vallagarina, dell’Azienda per il Turismo Rovereto Vallagarina e Monte Baldo e, grazie agli Sponsor Casse Rurali, BlueOmnia, Cantine Vivallis e Etlin-tn Agenzia Viaggi e, con la collaborazione del Comitato Provinciale FIPT di Trento.

Dopo l’assegnazione mercoledì della prima edizione della Coppa Italia di serie C alla veronese Salvi e quelle di sabato al Faedo in serie B femminile e al Castiglione in serie B maschile, gran finale ieri a Noarna con le finalissime della massima serie.

Nel pomeriggio il femminile con di fronte la Tigliolese, campione d’Italia e d’Europa in carica, e il Ceresara, nella rivincita della finale scudetto disputata il 24 luglio a Cinaglio che sorrise alle astigiane. Primo set equilibrato e sempre in bilico, con le mantovane brave a portarsi in vantaggio fino al 5-4, ma poi incapaci di chiudere a proprio favore il parziale, anche grazie ad una maggior lucidità dimostrata dalle piemontesi nei punti cruciali, che gli consentivano di ribaltare la situazione e portare a casa gli ultimi due giochi e quindi il set. Avvio di secondo favorevole al Ceresara che si portava prima sul 2-0 e poi sul 3-1, ma qui qualche errore di troppo e la solidità della Tigliolese, non lasciavano più spazio alle velleità di Beatrice Zeni e compagne, che cedevano cinque giochi consecutivi e il Trofeo, il terzo consecutivo, alla formazione del Presidente Fabio Forno. Il team astigiano dopo il ko di un anno fa nella finale scudetto contro il Mrezzolombardo ha inanellato una serie di successi impressionante: Coppa Italia 2021, Supercoppa 2021, Coppa Europa 2022, Scudetto 2022 e Coppa Italia 2022. La stagione femminile si concluderà i prossimi 3 e 4 settembre a Guidizzolo, in provincia di Mantova con la disputa della Supercoppa di serie A e B, con ancora scontri Tigliolese-Ceresara e Faedo-Tuenno, assolute protagoniste di questa annata sportiva.
Al termine degli incontri le premiazioni alla presenza del Presidente federale Edoardo Facchetti, del Segretario Generale Maurizio Pecora, del consigliere federale Gianni Maccario, del Presidente della Commissione Tecnica federale Roberto Caranzano, del Presidente del Comitato provinciale di Trento Franco Panizza e del Presidente della società organizzatrice Giulio Natella.

In serata l’epilogo della nove giorni di gare con la finalissima maschile tra Arcene e Solferino, squadre che assieme a Sommacampagna e Castellaro, ko in semifinale, si stanno giocando lo scudetto, in un campionato appassionante che vede le quattro formazioni racchiuse in un solo punto a quattro giornate dal termine. Le previsioni della vigilia prospettavano una match equilibrato, ma così non è stato, grazie ad una grandissima prestazione in ogni reparto dei bergamaschi che, fin dall’avvio, si sono imposti con continuità e solidità. Monologo orobico nel primo set, chiusosi in poco più di un’ora con un netto 6-1. Brillante l’avvio della compagine di Alessandro Locatelli anche nel secondo con cambio di campo sul 3-1. Tentativo di reazione dei mantovani che riuscivano ad agguantare gli avversari sul 3 pari. Era però un fuoco di paglia, troppa la concretezza dell’Arcene e di contro l’imprecisione del Solferino: i bergamaschi conquistavano gli ultimi tre giochi e la certezza di iscrivere il proprio nome per la prima volta nell’Albo d’Oro della Coppa Italia e si candidano ad essere, visto anche il calendario del campionato, la favorita per la conquista dello scudetto numero 109. Al di là del risultato è stata comunque una bella gara, caratterizzata da ottimi scambi, grandi recuperi e pregevoli conclusioni che hanno esaltato l’essenza del nostro sport e strappato gli applausi del numeroso pubblico presente sullo Sferisterio Trentino. Al termine dell’incontro le premiazioni alla presenza del Presidente federale Edoardo Facchetti, del vicepresidente federale Andrea Fiorini, del Segretario Generale Maurizio Pecora, che ha curato in ogni dettaglio l’organizzazione dell’evento, del Presidente del Noarna Giulio Natella, del Presidente del Comitato provinciale di Bergamo Gerry Testa e dell’Assessore allo Sport del Comune di Nogaredo Cristina Candioli. Da parte di tutti gli intervenuti un plauso a tutti i protagonisti delle gare, agli arbitri che hanno garantito il regolare svolgimento delle partite, a tutti i volontari della società Noarna che hanno consentito di mettere in piedi una cosi importante manifestazione, a Giuseppe Baldini che permette a tutti di poter seguire online la diretta degli incontri, e agli sponsor, istituzionali e non, senza l’aiuto dei quali sarebbe impensabile dar luogo ad eventi di così alto livello. Una menzione la meritano anche le nuove palline sperimentali prodotte dalla ditta Gommalivre, fortemente volute dalla Federazione, a detta di tutti gli addetti ai lavori, tecnici e atleti, davvero performanti.

Nell’Albo d’Oro  maschile per la serie A guida il Castelferro con undici Trofei conquistati (dal 1987 al 1992, 1994, 1996, 1997, 1999, 2000), seguito dal Callianetto con dieci (dal 2003 al 2009 e dal 2011 al 2013), dal Castellaro con cinque (1998, 2014, 2016, 2019 e 2021), dal Bussolengo (1980, dal 1984 al 1986) con quattro, dal Cavaion con tre (2015 come Cavaion Monte – 2017 e 2018 come Cavaion), dal Bonate Sotto (1993), Tuenno (1995), San Paolo d’Argon (2001), Bardolino (2002), Mezzolombardo (2010) e Arcene (2022) con una. Tre edizioni sono state disputate per Rappresentative Regionali, due vittorie per il Veneto (1982 e 1983), una per Mantova (1981).

In serie B tre Trofei per il Castiglione (2010, 2012 e 2022), uno per Chiusano (2006), Callianetto (2007), Sacca (2008), Malavicina (2009), Castellaro (2011), Sabbionara (2013), Cinaglio (2014), Ciserano (2015),  Mezzolombardo (2016), Ceresara (2017), Bonate Sopra (2018), Castelli Calepio (2019) e Fontigo (2021).

In serie C prima edizione alla veronese Salvi.

Nel femminile in serie A guida l’Alegra Settime con sei vittorie (2012, 2013, 2014, 2015, 2016 e 2017), seguita dal Callianetto con quattro (2005, 2006, 2007 e 2008), dalla Tigliolese (2019, 2021 e 2022) con tre, due per il Rilate Verde Chiusano (2002 e 2003), uno a testa per Sabbionara Trentino Team (2011), Aldeno (2001), San Paolo d’Argon (2010), Chiusano/Callianetto (2004), Settime/Callianetto (2009) e Dossena (2018).

In serie B tre sono i successi per il Ceresara (2016, 2017 e 2019), due per il Palazzolo (2009 e 2012) e per la Pieese (2011 e 2013), uno a testa per Cameranese (2010), Dossena (2014), Monalese (2015), Cavrianese (2018), Tuenno (2021) e Faedo (2022).

Risultati della Manifestazione

Sabato 6 Agosto

16.30 Serie B Femminile – 1° semifinale: Tuenno-Pieese 2-0 (6-3, 6-5) (Arbitri: Angeli, Pallaver, Girardelli)

21.00 Serie B Maschile – 1° semifinale: Castiglione-Malavicina 2-0 (6-2, 6-0) (Arbitri: Carletti, Facciotti, Sona)

Domenica 7 Agosto

16.30 Serie B Femminile – 2° semifinale: Faedo-Ciserano 2-0 (6-3, 6-4) (Arbitri: Sogliani Miriam, Bonini, Vicari)

21.00 Serie B Maschile – 2° semifinale: Castelli Calepio-Dossena 2-0 (6-1, 6-3) (Arbitri: Frasnelli, Formolo, Bressan)

Lunedì 8 agosto

16.30 Serie C Maschile – 1° semifinale: Trentino Rallo-Lombardia Medole 0-2 (3-6, 5-6) (Arbitri: Arduini, Brunelli, Viviani)

21.00 Serie C Maschile – 2° semifinale: Piemonte Tigliolese-Veneto Salvi 0-2 (1-6, 0-6) (Arbitri: Formolo, Pallaver, Marangon)

Martedì 9 agosto

Nessun incontro

Mercoledì 10 agosto

21.00 Serie C Maschile – FINALE: Medole-Salvi 0-2 (2-6, 3-6) (Arbitri: Bertoloni, Matteo Sogliani, Bonini, Miriam Sogliani)

Giovedì 11 Agosto

16.30 Serie A Femminile – 1° semifinale: Ceresara-Segno 2-0 (6-3, 6-4) (Arbitri: Paganelli, Galli, Teli)

21.00 Serie A Maschile – 1° semifinale: Castellaro-Solferino 1-2 (2-6, 6-3, 5-8) (Arbitri: Teli, Galli, PaganellI)

Venerdì 12 Agosto

16.30 Serie A Femminile – 2° semifinale: Tigliolese-Cereta 2-0 (6-0, 6-1) (Arbitri: Brunelli, Merigo, Facciotti)

21.00 Serie A Maschile – 2° semifinale: Sommacampagna-Arcene 1-2 (6-3, 5-6, 5-8) (Arbitri: Caliaro, Frare, Fraccaroli)

Sabato 13 Agosto

16.30 FINALE COPPA ITALIA SERIE B FEMMINILE – Tuenno-Faedo 1-2 (6-2,4-6,7-9) (Arbitri: Filippi, Marangon, Carletti, Formolo)

21.00 FINALE COPPA ITALIA SERIE B MASCHILE – Castiglione-Castelli Calepio 2-0 (6-4, 6-3) (Arbitri: Rizzi, Miriam Sogliani, Matteo Sogliani, Bonini)

Domenica 14 Agosto

16.30 FINALE COPPA ITALIA SERIE A FEMMINILE – Tigliolese-Ceresara 2-0 (6-5, 6-3) (Arbitri: Sona, Frare, Fraccaroli, Merigo)

21.00 FINALE COPPA ITALIA SERIE A MASCHILE – Solferino-Arcene 0-2 (1-6, 3-6) (Arbitri: Bressan, Filippi, Angeli, Postinghel)

 

Di seguito le foto delle squadre affrontatesi nelle fasi finali di Serie A e B Maschile e Femminile e C Maschile:

 

ASDT Salvi Tamburello

Salvi - 1^ class Serie C Maschile

Medole 2class Serie.C MMedole - 2^ class Serie C Maschile

Faedo B femm 1

Faedo - 1^ class Serie B Femminile

C.R.Tuenno B femm

C.R.Tuenno - 2^ class Serie B Femminile

Castiglione B masch

Castiglione - 1^ class Serie B Maschile

C.Calepio B masch

Castelli Calepio - 2^ class Serie B Maschile

Tigliolese 1class A F

Tigliolese - 1^ class Serie A Femminile

Ceresara 2class A F

Ceresara - 2^ class Serie A Femminile

Arcene 1class A M

Arcene - 1^ class Serie A Maschile

Solferino 2class A M

Solferino - 2^ class Serie A Maschile