Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
News

SCOMPARSO ENZO ADAMI, ULTIMO CAMPIONE DELLA GLORIOSA “CARPANI” GOITO

Enzo Adami 2di Enzo Cartapati

E’ scomparso presso la struttura di Villa Maddalena a Goito, dove era ricoverato da qualche anno, Enzo Adami, classe 1924, l’ultimo campione di tamburello della gloriosa “Carpani” Goito, vincitrice dei titoli nazionali della massima serie nel 1952 e nel 1959, sempre con Adami come punto di forza.

Enzo è stato non solo campione di sport ma anche di sportività e di correttezza personale, in campo e fuori, nei confronti di compagni ed avversari. Il suo sport è sempre stato quello della pallatamburello, fin dalle elementari, quando non vedeva l’ora di arrivare a casa da scuola per giocare nella corte Barattere con gli amici Taraschi, Martini, Banali, Bodini e il Gaddo Villagrossi, imbracciando con grinta il suo tamburello  Giacopuzzi regalatogli dal padre.

Persino durante il periodo di guerra era riuscito a prender parte ad alcune manifestazioni tamburellistiche: memorabile la disfida sul campo di Marmirolo quando riuscì a sconfiggere il fortissimo battitore Gino Rossi ed un certo Marino Marzocchi da Castelgoffredo, il famoso Mara, il quale diventerà più tardi suo compagno di squadra.

 Da quella guerra non era tornato invece il goitese Giuseppe Carpani, morto all’ospedale di Sebenico a Belgrado in seguito ad un bombardamento del campo di prigionia dove l’avevano rinchiuso i tedeschi. Al nome di Carpani, forte giocatore di tamburello degli anni ’30, fu intitolata la formazione locale nel 1948. Formazione con la quale Adami riuscì a vincere il titolo nazionale di II categoria, l’attuale serie B, nel 1950 e quello di I categoria, l’attuale serie A, nel 1952, quando il Goito sconfisse i fortissimi veronesi dell’Hellas a casa loto, sul campo della Fiera, alla fine della quale il gigantesco atleta veronese Renzi alzò con un braccio solo l’Adami esclamando: “ma guarda te se dobbiamo perdere da un uomo così piccolo”.

Nel 1959 altra memorabile  vittoria a scapito stavolta dei veronesi del Bussolengo: oltre a Enzo Adami la squadra goitese era composta dai compianti Albano Casali, Marino “Mara” Marzocchi, Mario Martelli e Mario Zomini. Fu l’apice della grande “Carpani” Goito, di cui era DT Arduino Camellini e presidente Dino Dobelli: l’anno dopo i dirigenti decisero di ridimensionare un po’ l’organico, anche perché molti atleti cominciarono ad emigrare nelle formazioni piemontesi: ma Enzo rimane deluso da questa decisione e decise di rimanere al suo paese e di appendere il tamburello al chiodo.

Gli appassionati di tamburello non dimenticheranno facilmente le imprese sportive di Enzo Adami e in questo triste momento sonio vicini ai figli Claudio, Gianfranco e Nicola.

I funerali si terranno martedi 15 gennaio 2019, alle ore 9.30, nella basilica di Goito.