Specialità

logo-frc

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Prot. 391.17

Roma, 5 luglio 2017

Ai Presidenti delle

Società Affiliate FIPT

Ai Presidenti delle Commissioni

Ai Comitato Regionali e Provinciali FIPT

Ai Delegati Regionali e Provinciali FIPT

LORO INDIRIZZI

Oggetto: Utilizzo defibrillatori e dispositivi salvavita

                A seguito dell’entrata in vigore del cd “Decreto Balduzzi” sull’utilizzo dei DAE Defibrillatori Semiautomatici Esterni la cui proroga è scaduta il 30 giugno ultimo scorso, e ribadita e chiarita dal Decreto Ministeriale del 26 giugno u.s., si rimanda alla comunicazione del Medico Federale, Dott. Fabio Faiola, trasmessa in data 15 gennaio 2014 prot. n. 9.14, per ribadire quanto già disposto al suo interno.

                In relazione a quanto sopra, nonché alle recenti Linee Guida del CONI in materia di tutela sanitaria degli atleti, la FIPT:

1)      rimanda le società all’osservanza del citato Decreto invitandole a munirsi della strumentazione richiesta (articolo 5 del decreto ministeriale del 24 aprile 2013) nel rispetto delle modalità indicate dall’allegato E dello stesso decreto (Linee guida sulla dotazione e l’utilizzo di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita);

2)      oltre ad acquisire la dotazione strumentale (defibrillatori semiautomatici e/o eventuali altri dispositivi salvavita) è implicita la contemporanea adeguata formazione del personale atto ad utilizzare tale strumentazione (per tale necessità si consiglia vivamente la formazione tramite corsi di Primo Soccorso Sportivo degli allenatori e/o istruttori, figure sempre presenti sul campo sportivo).

3)      integrerà l’Art. 1 del Regolamento sanitario con lettera 1E) “Gestione della sicurezza durante le attività sportive” e 1F) “ Obblighi delle Società”

4)      integrerà l’Art. 12 del Regolamento Tecnico nella lettera i) con “La Società ospitante, o ritenuta tale, deve provvedere all'assistenza medica durante la gara, pertanto deve essere garantita la presenza di un Defibrillatore Semiautomatico Esterno DAE e personale addetto al suo funzionamento, riconosciuto tramite valido attestato di idoneità;

5)      dispone che sulla distinta – gara della società ospitante di ciascun incontro sia certificata la presenza del Defibrillatore Semiautomatico Esterno nonché indicato il nominativo del personale designato e abilitato all’uso;

6)      demanda all’arbitro designato per la gara di verificare la presenza del defibrillatore, il suo posizionamento, le generalità del personale addetto;

7)      stabilisce che l’arbitro non possa iniziare l’incontro se anche una sola delle verifiche richieste non sia stata possibile o abbia dato esito negativo, nei quali casi dovrà annullare la gara rimettendo gli atti alla Giustizia Federale per i provvedimenti sanzionatori nei confronti della società inadempiente.

8)      L’onere della dotazione del defibrillatore semiautomatico e della sua manutenzione è a carico delle società sportive.

                A supporto della presente si allegano:

a)      La nota FIPT del 15 gennaio 2014 prot. n. 9.14

b)      b. Il Decreto 24 aprile 2013

c)       c. Il Decreto del Ministero della Salute in concerto con il Ministro dello Sport del 26 giugno 2016.

d)      d. La circolare CONI del 4 luglio 2017.

                Resto a disposizione per qualsiasi ulteriore necessità e nell’occasione invio i saluti più cordiali.

Il Segretario Generale

Maurizio Pecora