Federazione

Coppa Europa INDOOR per Club, doppio trionfo Azzurro: Nave San Rocco nel Femminile, Cinaglio nel Maschile

images/News_2021/FIBAT/coppa-europa-INDOOR-2021/PHOTO-2021-11-29-01-19-55.jpg

Articolo di Giovanni Crosato – Foto Mosna e Grandi

In Provincia di Mantova, la XXVII Coppa Europa INDOOR

E’ stata la Provincia di Mantova, con le strutture di Guidizzolo, Monzambano e Volta Mantovana, il teatro della XXVII edizione della Coppa Europa INDOOR Maschile e Femminile per squadre di Club, organizzata su mandato della Federation Internationale de Balle au Tambourin, dalla società ASD Pasino E. Guerra Castellaro, con il patrocinio della Regione Lombardia, in collaborazione con la Federazione Italiana Palla Tamburello, la Provincia di Mantova, i rispettivi comuni campi di gara e le società ASDT Cereta e AT Virtus Guidizzolo.

Dieci le compagini al via nel maschile e sei nel femminile, meno rispetto alle passate edizioni a causa delle difficoltà negli spostamenti dovute al perdurare dell’emergenza Covid-19.

Nel maschile squadre suddivise in tre gironi, uno da quattro e due da tre; nel Girone A troviamo il Castellaro, gli ungheresi del Bakonybel e i tedeschi del Fallersleben; nel Girone B con il Cinaglio, i francesi del Florensac, i catalani del Tambori Marina e i portoghesi del Moita; nel Girone C i francesi del Cournonterral, detentori del trofeo, i catalani del Farola Club e i tedeschi del team Cologne.

Nel femminile sono invece due i gironi da tre squadre: nel Girone A abbiamo il Nave San Rocco, opposto alle tedesche del Munster e alle francesi del Les Pennes Mirabeau; nel Girone B il Mezzolombardo che affronta le francesi del Poussan e le teutoniche del Dresda.

Sono stati tre giorni di grande spettacolo nei palazzetti dei comuni dell’Alto Mantovano e domenica l’epilogo, con le finalissime maschili e femminili che hanno decretato i campioni d’Europa 2021.

Incontri decisivi tutti svolti nel nuovissimo impianto di Volta Mantovana dove a darsi battaglia per la conquista del prestigioso Trofeo femminile sono state le due squadre azzurre del Nave San Rocco e Mezzolombardo. E’ stata davvero una grande lotta, con le prime ad imporsi per 13-11, al termine di un match giocato a viso aperto, con le seconde che in rimonta sono state in grado di agguantare l’11 pari, ma, nel momento di operare il sorpasso, avanti 30-15 nel 23° gioco, hanno ceduto alle avversarie non riuscendo nell’impresa, sempre sfuggita negli ultimi anni di avere la meglio sul Nave San Rocco.

Terzo posto finale per il Poussan che in mattinata si era imposto nel derby francese con il Les Pennes Mirabeau.

Più lineare la finalissima maschile con i ragazzini del Cinaglio, 19 anni l’età del più “vecchio”, che con tutta la loro esuberanza non hanno lasciato spazio al Florensac che ha ceduto per 13-7. Abbandona quindi dopo 4 anni lo scettro il Cournonterral che nella finale di consolazione ha superato la società organizzatrice del Castellaro.

Al termine degli incontri le premiazioni, alla presenza del Presidente della Federazione Internazionale Bernard Barral, del Segretario Generale della Federazione Internazionale e Italiana Maurizio Pecora, dei membri Luigi Baruffi, Federica Serra, Paul Do e Philippe Gouneaud, dei sindaci dei comuni ospitanti Luciano Bertaiola (Volta Mantovana), Giorgio Cappa (Monzambano), Stefano Meneghelli (Guidizzolo) e del Presidente della Federazione Italiana Edoardo Facchetti.

Da tutti i complimenti per l’organizzazione, per i partecipanti e per gli arbitri, che hanno garantito il regolare svolgimento della manifestazione.

Nell’Albo d’Oro spicca il predominio azzurro, con diciassette vittorie maschili (nel ’93, ’95, 97, 98 e 2011 e 2015 della ravennate Fulgur Bagnacavallo; nel ’96, 2002, 2003, 2005, 2007 e 2012 del Ragusa; nel 2008, 2009 e 2016 della mantovana Ennio Guerra Castellaro, nel 2000 della trentina Tuenno e nel 2021 dell’astigiana Cinaglio) e diciotto femminili (nel ’96, ’97, ’98, ’99 della cosentina Acli Luigi Bruno, nel 2002 dell’ ASST Bergamo, nel 2003 del Curno Bergamo, nel 2005 della trentina Aldeno, nel 2008 e nel 2015 della oristanese Aeden Santa Giusta, nel 2010 e 2011 del San Paolo d’Argon, nel 2012, 2013, 2014, 2016, 2017 e 2018 dal Sabbionara Trentino Team e nel 2021 dellUS Vigor Nave San Rocco).

En plein sono stati negli anni registrati solo da formazioni azzurre e francesi: azzurre nel 1996 (Ragusa e Bruno Cosenza), ’97 e ‘98 (Fulgur Bagnacavallo e Bruno Cosenza), 2001 (Ragusa e Bergamo), 2002 (Ragusa e Curno), 2005 (Ragusa e Aldeno) e 2008 (Castellaro e Aeden Santa Giusta), 2011 (Fulgur Bagnacavallo e San Paolo d’Argon), 2015 (Fulgur Bagnacavallo e Aeden Santa Giusta), 2016 (Castellaro e Sabbionara Trentino Team) e 2021 (Cinaglio e Nave San Rocco); francesi nel 1994 (Cournonterral e Cournonterral), 2004 e 2006 (Poussan e Poussan) e nel 2019 (Cournonterralais e Paulhan).

Risultati Maschili

Risultati Femminili