Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Federazione

PIENA RIUSCITA A CASTENEDOLO (Brescia) DELL’ASSEMBLEA STRAORDINARIA

PER LE MODIFICHE ALLO STATUTO E DELLA CERIMONIA DI PREMIAZIONE DELLE SQUADRE CAMPIONI D’ITALIA 2009

Nella stessa occasione consegna dei Premi Spezia a Società e Scuole che si sono distinte nella promozione del Tamburello a livello giovanile.

13 febbraio – Piena riuscita a Castenedolo (Brescia) dei due appuntamenti in calendario, la celebrazione dell’Assemblea nazionale Straordinaria, chiamata all'esame ed all'approvazione di alcune proposte di modifica allo Statuto richieste dal CONI e della Cerimonia di Premiazione delle ventisette squadre Campioni d’Italia 2009.

Acclamati alla Presidenza l’avv. Franco Guerrini, coadiuvato da Angelo Ferrando, i lavori assembleari si sono svolti con la piena partecipazione dei Delegati e le modifiche statutarie sono state approvate plebiscitariamente. Alle proposte di modifica allo Statuto richieste dal CONI se ne sono aggiunte due importanti, di iniziativa federale – l’inserimento tra gli Organi federali centrali delle Commissioni indoor e di Tamburello a Muro – dovute sia ad esigenze di carattere organizzativo che alla rappresentazione di piena pari dignità delle diverse specialità di gioco.

Sollecitata nell’occasione dal Presidente Emilio Crosato, a quelle Società che ancora non hanno provveduto a perfezionare questo importante adempimento, l’iscrizione al Registro nazionale delle Associazioni Sportive Dilettantistiche, esistente presso il CONI, dal cui status derivano numerosi benefici diretti ed indiretti a tutti i livelli.

Conclusi i lavori assembleari, il via alla Cerimonia di premiazione delle ventisette squadre Campioni d’Italia 2009, vincitrici di dieci Scudetti e di diciassette Tricolori, di serie e di categoria; il maggior numero di titoli, tra scudetti e tricolori, è della provincia di Asti con 10 (quattro scudetti: open maschile e femminile; muro maschile e femminile; sei tricolori: giovanili open: giovanissimi e juniores maschili, allievi femminile; giovanili indoor: giovanissimi maschile e allievi maschile, femminile juniores); seguono la provincia di Verona con 5 (cinque tricolori: open maschile: serie C; open femminile: serie B; giovanili open: giovanissimi e juniores; indoor femminile: giovanissimi); la provincia di Ragusa con 4 (quattro scudetti: indoor: maschile; tambeach: singolo maschile e singolo femminile, doppio femminile); la provincia di Trento con 3 (tre tricolori: indoor maschile: juniores e allievi femminile; veterani); con 2 titoli la provincia di Mantova (due tricolori: open maschili: serie B e allievi); chiudono, con 1 titolo ciascuno, le province di Alessandria (uno scudetto: indoor femminile), di Catania (uno scudetto: tambeach doppio maschile) e di Brescia (un tricolore: serie D open maschile). Sono stati inoltre consegnati, per la prima volta, i tricolori alle squadre Campioni d’Italia di Tamburello a muro 2009 delle altre Serie e delle categorie giovanili.

Nella stessa occasione la consegna del Premio Enzo Spezia: il premio, legato al nome di Enzo Spezia – giornalista, per tanti anni Capo dell’Ufficio Stampa federale – appassionato di Tamburello e apostolo dell’attività giovanile, è un riconoscimento di grande valore morale che la Federazione assegna annualmente a quelle Società e Scuole che si sono particolarmente distinti nell’azione di promozione, tra i giovani, dello sport tamburellistico. Sono state premiate le Società Monalese (Asti), Torre de Roveri (Bergamo), Noarna (Trento), Fulgur Bagnacavallo (Ravenna), Acli Bruno (Cosenza), Mazzurega (Verona); le Scuole IC E. Fermi di Mondolfo (Pesaro), IC via Copernico di Santa Giusta (Oristano), IC Siani di Villa Ricca (Napoli), IC Fara Gera d’Adda di Fara Gera d’Adda (Bergamo).

Tra le autorità che hanno testimoniato con la loro presenza l’interesse e la considerazione per questo importante momento sportivo, il Presidente del CONI di Brescia Ugo Ranzetti, il vice Presidente e Assessore allo Sport della Provincia di Asti Giuseppe Cardona, gli Assessori allo Sport comunali, al seguito delle Rappresentative premiate, Andrea Chierighini (S. Ambrogio di Valpolicella, Verona), Stefano Barrera (Castell’Alfero, Asti), Marco Bissoli (Roverbella, Mantova).

QUESTI I TITOLI ITALIANI 2009

Open

maschili, serie A: scudetto Callianetto (Asti);

titoli tricolori: serie B Castellaro (Mantova), serie C Monte Peroni (Verona), serie D Corte Franca (Brescia), Veterani Rappresentativa del Trentino;

giovanili: giovanissimi Montaldo Scarampi (Asti), allievi Malavicina (Mantova), juniores Monalese Pro Loco di Monale (Asti).

Femminili, serie A: scudetto Pro Loco Settime (Asti);

titoli tricolori: serie B Palazzolo (Verona);

giovanili: giovanissimi Sona (Verona), allievi Monalese Pro Loco di Monale (Asti), juniores Palazzolo (Verona).

Muro:

maschile, serie A: scudetto Tonco (Asti);

femminile, serie A: scudetto Cameranese (Asti);

titoli tricolori maschili: serie B Calliano (Asti); serie C1 Tagliolo (Alessandria); serie C2 Mondolfo (Pesaro); serie D Real Cerrina (Alessandria); serie E Cinaglio (Asti);

femminili: serie B Viarigi (Asti); serie C Vignale (Alessandria);

giovanili: categoria mista Under 18 Juniores Monalese (Asti); Under 16 Allievi Monalese (Asti); Under 14 Giovanissimi Montaldo Scarampi (Asti); Under 12 Esordienti Viarigi (Asti).

Indoor

Maschili, serie A: scudetto GST Ragusa;

titoli tricolori: giovanili: giovanissimi Montaldo Scarampi (Asti), allievi Monalese (Asti), juniores Marco (Trento);

femminili, serie A: scudetto Paolo Campora Ovada (Alessandria);

titoli tricolori giovanili: giovanissimi Sona (Verona), allievi Polisportiva Tuenno (Trento), juniores Cameranese (Asti).

Tambeach

Maschili, serie A, scudetti: singolo Ragusa, doppio Catania;

femminili, serie A, scudetti: singolo Tambeach Kaukana (Ragusa), doppio Tambeach Kaukana (Ragusa).

Vai alla galleria