Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Federazione

Sospensione attività Federali sino al 3 aprile p.v.

images/LOGHI/Loghi-Nuovi/Commissione_Tecnica_Federale.png

La Federazione Italiana Palla Tamburello,

VISTO il D.L del 23 febbraio 2020 e successive ordinanze del Ministro della Salute in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 (coronavirus)

CONSIDERATO che l’OMS ha dichiarato l’epidemia da Covid-19 un’emergenza di rilevanza internazionale

PRESO ATTO del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) del 4 marzo 2020

CONSIDERATO le nuove disposizioni da parte del Consiglio dei Ministri con il Decreto emanato l’8 marzo 2020 di cui si allega copia

CONSIDERATI i programmi federali dei vari campionati

SENTITO il Consiglio Federale

METTENDO IN PRATICA quanto disposto da Coni e Governo

DISPONE

di ANNULLARE le precedenti comunicazioni del 5 marzo u.s. n. prot. 450.20 e 452.20.

di SOSPENDERE le competizioni federali, nazionali, regionali e provinciali (Open, Indoor e Muro) di ogni serie e categoria sino al 3 aprile 2020;

di SOSPENDERE le attività di formazione federali sino al 3 aprile 2020.

Per quanto riguarda le attività di allenamento per gli atleti tesserati agonisti, che sono consentite nelle strutture sportive a porte chiuse e senza presenza di pubblico, oppure all’aperto, le stesse sono rimesse alla volontà ed al prudente apprezzamento delle singole associazioni sportive, e, in relazione alle stesse, si raccomanda la scrupolosa osservanza delle disposizioni delle Autorità pubbliche sia a livello nazionale che a livello territoriale (già previsto nel decreto del 4 marzo).

La FIPT richiama tutte le società sportive ed i tesserati al massimo impegno e senso di responsabilità che deve necessariamente essere alla base di ogni azione intrapresa in queste ore, sottolineando che l’obiettivo comune e prioritario è e deve essere solo quello di garantire la tutela della salute dei tesserati.

Si rammenta inoltre che, le norme per la tutela sanitaria dell'attività sportiva agonistica di cui al DM 18 febbraio 1982, demandano alle DSA il compito di qualificare l'attività sportiva agonistica. Si precisa perciò che sono da intendersi tesserati agonisti coloro i quali hanno prodotto, all'atto del tesseramento, previa sottoposizione agli accertamenti sanitari all'uopo previsti, il certificato di idoneità agonistica e svolgono l'attività sportiva riconosciuta come tale dalla FIPT (applicazione art. 2 DPCM 1° marzo 2020).

Inoltre si ribadisce che – sull’Art. 1 comma 1 punto c del DPCM del 04 Marzo 2020: possibilità di svolgere gli allenamenti a Porte Chiuse - l’obbligo dei controlli tramite il proprio personale medico e quindi la presenza di un medico sul posto vale solamente per le Società che hanno l’obbligo del medico sociale a livello federale. Per le altre Società è necessario e sufficiente fare applicare scrupolosamente le prescrizioni “misure igienico sanitarie” contenute nel decreto del 4 marzo; in primis accertarsi che tutte le persone coinvolte non presentino alcun sintomo di malattia, in particolare, febbre, tosse o congiuntivite.

Pertanto, le nostre società, vista la non obbligatorietà della presenza di un medico sociale nei regolamenti federali, dovranno solamente far rispettare ed applicare scrupolosamente le prescrizioni “misure igienico sanitarie” indicate nel Decreto, verificando per prima cosa che ogni atleta, dirigente o accompagnatore, che partecipa agli allenamenti che si svolgeranno a porte chiuse, sia in buona salute e che non abbia avuto o presenti sintomi influenzali o sintomi di infezione respiratoria. Sarà quindi necessario informarsi preventivamente dello stato di salute degli atleti, dirigenti e tecnici e controllare che gli stessi non abbiano avuto eventuali contatti in prima persona o all’interno del proprio ambito familiare con persone rientrate dalla Cina o collegate alle zone rosse interessate dal contagio del COVID-19.

La FIPT, ricorda che, di raccordo con il CONI e le Autorità competenti, segue con la massima attenzione l’evoluzione degli eventi e terrà in costante aggiornamento i propri tesserati, comunicando tempestivamente ogni novità inerente le attività federali.

Resta inteso che, una volta ristabilita la normalità, sarà interesse della Federazione, con l’apporto delle società interessate, pianificare e riorganizzare i calendari.

Cordiali saluti.

                 Il Presidente della CTF                                                                                Il Presidente Federale

                F.to Roberto Caranzano                                                                               F.to Edoardo Facchetti

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Allegato:

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) del 08 Marzo 2020Consiglio dei Ministri (DPCM) del 08 Marzo 2020

 

***************************************************************

Per visualizzare la presente comunicazione - già inviata a tutti gli interessati - in formato pdf, clicca qui