Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La Federazione Italiana Palla Tamburello,

VISTO il D.L del 23 febbraio 2020 e successive ordinanze del Ministro della Salute in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 (coronavirus)

CONSIDERATO che l’OMS ha dichiarato l’epidemia da Covid-19 un’emergenza di rilevanza internazionale

PRESO ATTO del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) del 4 marzo 2020

CONSIDERATO CHE restano consentiti eventi, competizioni e sedute di allenamento degli atleti agonisti all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico fino al 03 Aprile 2020 

CONSIDERATO l’imminente inizio dei prossimi campionati Open e Muro di massima serie e di Serie B, C e D Open

METTENDO IN PRATICA quanto disposto da Coni e Governo

DISPONE

di SVOLGERE gli incontri di Serie A, B, C e D Open maschili e di Serie A muro in programma fino al 3 aprile p.v. incluso a PORTE CHIUSE.

Si raccomanda, quindi, di adottare misure organizzative tali da garantire il regolare svolgimento degli incontri e di consentire l’accesso al campo di gara solo ai componenti delle squadre che sono riportati sulla distinta di gara (atleti, tecnico, dirigenti e medici sociali), al personale tecnico che la società ospitante necessità per far svolgere l’incontro e agli arbitri designati dalla Commissione Tecnica Arbitrale.

Tali provvedimenti danno applicazione a tutte le prescrizioni provenienti dal Governo e dagli Organi competenti e, a titolo preventivo, recepisce in forma restrittiva anche tutti i suggerimenti provenienti dalle autorità sanitarie ed amministrative a livello centrale e locale. Si invitano, quindi, tutte le società e gli addetti che operano a vario titolo nei territori interessati ad agire, per le rispettive competenze, con la massima cautela e nel rispetto di tutte le indicazioni del caso.

Resta inteso che in caso di ulteriori disposizioni e/o limitazioni da parte del Governo o, eventualmente, da parte dei Comuni che gestiscono i campi di gioco interessati, la Federazione, unitamente alle società, valuterà le soluzioni da adottare.

Al fine di garantire, poi, la sicurezza degli addetti ai lavori, degli atleti, tecnici e dirigenti – iscritti a referto - impegnati negli incontri si riportano a seguire alcuni suggerimenti della FMSI (Federazione Medico Sportiva Italiana) su alcune semplici norme igienico-sanitarie, da considerare da parte delle società e dei custodi degli impianti sportivi sia negli spogliatoi, sia nei locali comuni e nei servizi igienici degli impianti, atte a prevenire la diffusione del coronavirus durante le gare e negli allenamenti.

Tali norme vanno esposte ben visibili a tutti e rispettate non solo dagli atleti, ma anche da accompagnatori, arbitri, allenatori, dirigenti, massaggiatori e addetti ai lavori che avranno diritto ad accedere all’interno del campo da gioco.

  • Non bere dalla stessa bottiglietta/borraccia/bicchiere né in gara né in allenamento, utilizzando sempre bicchieri monouso o una bottiglietta nominale o comunque personalizzata, e non scambiare con i compagni altri oggetti (asciugamani, accappatoi, ecc.).
  • Evitare di consumare cibo negli spogliatoi.
  • Riporre oggetti e indumenti personali nelle borse, evitando di lasciarli esposti negli spogliatoi.
  • Buttare subito negli appositi contenitori i fazzolettini di carta o altri materiali usati come cerotti, bende, ecc.
  • Lavarsi accuratamente le mani il più spesso possibile: il lavaggio e la disinfezione delle mani sono decisivi per prevenire l’infezione. Le mani vanno lavate con acqua e sapone per almeno 20 secondi e poi, dopo averle sciacquate accuratamente, vanno asciugate con una salvietta monouso; se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcol al 60%
  • Servizi igienici: Evitare, nell’utilizzo di servizi igienici comuni, di toccare il rubinetto prima e dopo essersi lavati le mani, ma utilizzare salviette monouso per l’apertura e la chiusura dello stesso.
  • Dispenser e disinfettante: Favorire l’uso di dispenser automatici con adeguate soluzioni detergenti disinfettanti, sia negli spogliatoi, sia nei servizi igienici.
  • Non toccarsi gli occhi, il naso o la bocca con le mani non lavate.
  • Coprirsi la bocca e il naso con un fazzoletto -preferibilmente monouso- o con il braccio, ma non con la mano, qualora si tossisca o starnutisca.
  • Arieggiare tutti i locali il più spesso possibile.
  • Disinfettare periodicamente tavoli, panche, sedie, attaccapanni, pavimenti, rubinetti, docce e servizi igienici con soluzioni disinfettanti a base di candeggina o cloro, solventi, etanolo al 75%, acido paracetico e cloroformio.
  • Invitare le persone che manifestano sintomi di infezione respiratoria in atto e/o febbre ad abbandonare immediatamente i locali e avvisare il medico sociale e/o il responsabile medico della federazione oppure chiamare il Numero Verde 1500 del Ministero della Salute operativo 24 ore su 24.
  • Per chi non fosse ancora vaccinato contro l’influenza fare il più rapidamente possibile il vaccino antiinfluenzale, in modo da rendere più semplice la diagnosi e la gestione dei casi sospetti.
  • Informarsi dagli atleti e dal personale societario se ci sono stati eventuali contatti in prima persona o all’interno del proprio ambito familiare con persone rientrate dalla Cina o da altri paesi a rischio o in quarantena.
  • Lo screening medico-sportivo: Utilizzare la visita medico-sportiva quale fondamentale strumento di screening, attraverso un’attenta anamnesi ed esame obiettivo per l’individuazione di soggetti potenzialmente a rischio immunitario o con sintomatologia.
  • I medici sociali: Con riferimento ai Medici Sociali la FMSI ha istituito un collegamento diretto e indirizzi di posta elettronica specifica per tutti i Medici Federali, che sono il punto di riferimento delle Società e degli Atleti, per un più efficace coordinamento delle informazioni grazie alla linea diretta fra Ministero della Salute, Ministero dello Sport, Coni e FMSI.
  • Niente premiazioni: Evitare premiazioni o altre forme di contatto con il pubblico (es. club o manifestazioni varie)
  • Evitare i tifosi: Uscire dal campo di gioco evitando contatto fisico con eventuali tifosi all’esterno dell’impianto di gioco.

La FIPT, ricorda che, di raccordo con il CONI e le Autorità competenti, segue con la massima attenzione l’evoluzione degli eventi e terrà in costante aggiornamento i propri tesserati, comunicando tempestivamente ogni novità inerente le attività federali.

Cordiali saluti.

Il Presidente della CTF                                                                      Il Presidente Federale

F.to Roberto Caranzano                                                                    F.to Edoardo Facchetti

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Allegato:

Per leggere il DPCM del 04.03.2020 completo, clicca qui

*****************************************************************

Per leggere la circolare per la Serie A e B Open e Serie A Muro - già inviata agli interessati - in formato .pdf clicca qui

Per leggere la circolare per la Serie C e D Open - già inviata agli interessati - in formato .pdf clicca qui

Per visionare il video di Palazzo Chigi circa le dichiarazioni alla stampa fatte dal Presidente Conte e dal Ministro dell’Istruzione Azzolina clicca qui 

Per visionare il video di Palazzo Chigi circa la Comunicazione ufficiale del Presidente Conte clicca qui